Calendario multiculturale
2019

Gennaio


6 gennaio: Epifania
Los Reyes Magos in Spagna
La notte fra il 5 e 6 gennaio arrivano i Re Magi con la tradizionale Cavalcata, percorrendo le strade carichi di doni e dolcetti da distribuire ai bambini. Sfilano anche carri colorati e bande musicali.

I Re Magi sfilano per le vie di Madrid


Guarda il video

Febbraio


5 febbraio: Capodanno cinese - Anno del Maiale

Il calendario cinese risale al 2637 a.C., quando l’imperatore Huang Ti introdusse il primo ciclo del suo zodiaco. Alla base di questo sistema c’è un ciclo durante cui ciascuno dei 12 segni animali si combina con uno dei 5 elementi essenziali e primitivi (Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua). A ogni anno è assegnato un particolare animale che dà anche significato all’anno stesso.

Febbraio


17 febbraio: inizio del Carnevale

A febbraio impazza il Carnevale, e nel mondo ne esistono alcuni molto celebri. A Venezia e a Viareggio, in Italia; a New Orleans negli Stati Uniti; a Dunkerque e a Nizza, in Francia; a Basilea in Svizzera; a Oruro in Bolivia; a Notting Hill in Inghilterra.
In Brasile, i festeggiamenti durano ininterrottamente per cinque giorni, durante i quali si cerca di scacciare i problemi al ritmo della samba, la danza regina del Carnevale brasiliano.

Marzo


- 1° marzo: Festa di Martisor (Romania)
Si festeggia il primo giorno della primavera, che ha scacciato l’inverno. È una festa unica, molto sentita dai bambini, le cui origini affondano nell’antichità, nella tradizione legata alle pratiche e credenze agricole.
- 7 marzo: Festa dell’Insegnante (Albania)
- 21 marzo: la Festa di Holi (India)
Holi, nota come la festa dei colori, è una delle più antiche feste indù che cade nella stagione primaverile, con adulti e bambini che partecipano.



Holi, la festa dei colori, 21 marzo

Holi è un'antica festa di origine indù, si svolge nell'arco di tre giorni e festeggia il trionfo del bene sul male. Segna anche la fine dell'inverno e l'avvicinarsi della primavera. Un momento importante della festa è il Dhulhendi, quando giovani e adulti, con i loro vestiti bianchi, si riversano nelle strade con grandi scorte di "gulal" (colore in polvere) e gavettoni per darsi battaglia. Si rincorrono, danzano, scherzano, si spruzzano addosso "gulal" e acqua colorata. Alla fine nessuno è più riconoscibile. Il giorno dopo si va a scuola coperti delle macchie di colore… E chi più ne ha, più ha giocato a Holi!

Aprile


14 aprile: Baisakhi (Vaisakhi) in India
La festa di Vaisakhi è una festa sikh molto sentita e che domenica sarà celebrata in molte città italiane.
21 aprile: Pasqua cattolica
28 aprile: Pasqua ortodossa
Anche quest’anno (2019) come accade spesso, la Pasqua ortodossa si celebra una settimana (e talvolta addirittura un mese) dopo quella cattolica.



Maggio


6 maggio: inizia il Ramadan
8 maggio: la Festa della Mamma (in Italia e… nel mondo)
18 maggio: Visakha Puja (Buddha Day) festa buddista

I dolcetti tipici del Ramadan


Gli "skebbakia" sono i dolcetti tipici del Ramadan, praticamente delle "bugie" o "stracci" cosparsi di miele. La parola "shebbakia" significa “rete”.
Gli ingredienti per farne molti sono: 1 kg di farina, 300 g di semi di sesamo,100 g di burro, 1 uovo, 1 cucchiaino d’aceto, 15 g di lievito, 1 cucchiaino di cannella, miele, zafferano, olio per friggere, sale.

Facciamo una pallotta di pasta elastica con 150g di sesamo, uovo sbattuto, burro fuso, aceto, cannella, zafferano, sale e lievito sciolto in un bicchiere d’acqua tiepida. Dividiamo la pasta in pallotte più piccole e lasciamo riposare in un luogo tiepido, coperte con un canovaccio, per 20 minuti. Poi, col matterello, le stendiamo sottili sottili. Tagliamo delle strisce e attorcigliamone insieme. Friggiamole in molto olio, poi passiamole nel miele e nei semi di sesamo. Si servono fredde.

La festa del risveglio


Vesak, in sanscrito Vaisakha, è la festa più importante per i buddisti di tutto il mondo. Sia in città che nei piccoli centri di campagna di Sri Lanka, si preparano festoni di carta colorata e luminarie per decorare case e strade. È un momento di preghiera comune e di grande gioia. Ricorda i tre momenti essenziali della vita di Budda: la nascita, l'illuminazione, la sua scomparsa. Tutti e tre avvenuti nel giorno di luna piena del mese di Vesak, il secondo mese del calendario lunare buddista che ha inizio tra il 14 aprile e il 14 maggio. Pertanto si tratta di una festa mobile. Quest'anno cade il 10 maggio.

Giugno


4 giugno: Eid al Fitr (festività islamica)
È la festa dell’interruzione del digiuno, Aid el-Fitr che proclama la fine del Ramadan

Agosto


11 agosto: Eid al Adha (festività islamica)
La “Festa del sacrificio” cade ogni anno alla fine del dodicesimo mese lunare islamico di Dhu Haij. Viene anche detta Aid el-kabīr, cioè “festa grande”, poiché dura quattro giorni durante i quali si fa visita ai parenti e agli amici.

Un dolce per la festa del Sacrificio



Il Ka’ek al Aidi è un dolce tradizionale islamico ripieno di datteri. Si prepara qualche giorno prima della giornata della festa e si offre agli ospiti.
Ingredienti: datteri (250gr), noci (100gr), mandorle (100gr), un cucchiaio di miele, zucchero a velo (80gr), burro (60gr), 4 uova, un pizzico di vaniglia, un cucchiaio di succo di arancia, fecola di patate (30gr).
Preparazione: Tritare datteri, noci e mandorle e amalgamare con miele, zucchero e burro sfuso. Lavorare i tuorli fino a farli diventare spumosi; aggiungere vaniglia e succo d’arancia. Incorporare la fecola e il composto di frutta; montare a neve gli albumi e unirli all’impasto.
Versare in uno stampo imburrato e infornare a 220°, facendo cuocere per 20 minuti; ridurre sui 200° per altri 15 minuti. Far raffreddare. Preparare la glassa (zucchero a velo, succo di limone e albume), quindi versarla sulla torta e decorare con i datteri.

Settembre


13 settembre: Zhōngqiūjié, Festa di metà autunno o Festa della Luna. Si celebrano insieme la luna, le riunioni familiari, e la metà dell'autunno. In questa occasione, ci si reca la sera nei parchi ad ammirare la luna, muniti di candele e lanterne. Si mangiano i famosi "dolci della luna", grosse paste rotonde ripiene.


27 settembre: festa di Meskel (Etiopia, Eritrea)
Una delle più importanti feste celebrate dalle popolazioni cristiane dell'Etiopia. Ricorre il l 17 "Meskerrem" (27 Settembre) e ricorda il ritrovamento della croce di Cristo ad opera della Regina Elena, madre di Costantino.


Ottobre


27 ottobre: Festa del Diwali (in India).
È la festa “delle luci”, segna l’avvio del nuovo anno. La festa è dedicata a Lakshmì, dea indù della prosperità e della ricchezza. Gli abiti migliori, i gioielli più preziosi, cenoni e fuochi artificiali sono immancabili nelle serate del Diwali. I festeggiamenti si protraggono per cinque giorni: quest’anno il culmine delle celebrazioni per Diwali cade il 30 ottobre.



Novembre


2 novembre: i defunti

Il Giorno dei morti è una festività religiosa e popolare molto sentita in Perù e risale alle tradizioni preispaniche del culto dei morti. A casa si allestiscono e si decorano le corone per i defunti. Le cerimonie di deposizione dei fiori ravvivano i cimiteri del paese con un’atmosfera più celebrativa che luttuosa. Le famiglie, vestite con gli abiti migliori, visitano i cimiteri e consumano piatti rituali come il pan guaga, il "pane delle anime”, e la chicha, una bevanda a base di mais fermentato.

Il pan guaga, "pane delle anime".


Dicembre


25 dicembre: Natale

Calendario
multiculturale
2019
a cura di Lorenzo Luatti
www.sesamonline.it

©Sesamo, Giunti Scuola, 2018